Corsi Roma - Master Roma - Inglese Roma - Corsi di Lingue Scuole lingue Scuole Corsi e Master Roma Master marketing finanza Corsi Lazio Roma Master marketing finanza Corsi Lazio Roma Università Rome Roma Corsi di Lingue
Scuole lingue - Corsi Inglese - Formazione professionale - Scuole Informatica Corsi e Master a Roma
Home | Articoli | Corsi | Master | Links
Home > Articoli > Lavoro > Formazione in apprendistato
Sei nella sezione : Lavoro
Formazione in apprendistato

Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato definitivamente la legge sull’apprendistato professionalizzante e in alta formazione, proposta dall’Assessore all’Istruzione, diritto allo studio e formazione, Silvia Costa.

Con il via libera della Pisana, infatti, si è concluso l’iter della legge, approvata dalla Giunta regionale lo scorso 31 marzo.

“Un provvedimento accolto da tutti con favore, perché permette di attivare, nella nostra Regione, forme di apprendistato rivolte all’acquisizione di competenze professionali, di diplomi o di percorsi di alta formazione nonché di utilizzare le risorse ministeriali, ferme nel Lazio dal 2002 per incapacità della Giunta regionale precedente. Si tratta di una legge ampiamente concertata con le parti sociali e con le Province, il cui testo tiene conto delle esigenze dei giovani e delle imprese, tutelando gli interessi di ciascuna parte” dichiara l’Assessore all’Istruzione, Silvia Costa.

“Devo sottolineare con soddisfazione – prosegue l’assessore – che l’iter della legge è stato piuttosto veloce. Anche nella nostra Regione potremo così promuovere, specie in alcuni settori strategici per lo sviluppo del territorio, opportunità di lavoro regolari volte all’aumento e alla qualificazione delle competenze dei giovani dai 18 ai 29 anni. Nel frattempo, abbiamo avviato la sperimentazione della formazione in apprendistato professionalizzante nei settori del turismo, dell’edilizia e nell’alta formazione. Il bando relativo a quest’ultima iniziativa è stato prorogato al 29 settembre.”

L’apprendista, infatti, sottoscrive con l’impresa un contratto a causa mista – di lavoro e di formazione – che gli consente, sotto la guida di un tutor, di ottenere una qualifica professionale, un diploma o anche una laurea e di frequentare un master di 1° o di 2° livello, realizzato attraverso le Università della Regione.

Il piano formativo, messo a punto dall’impresa, è diretto ad assicurare una più efficace progettazione del percorso formativo del giovane, con la specificazione di contenuti, tempi e luoghi della formazione formale, da rinnovare ogni anno. Le imprese del Lazio potranno finalmente assumere giovani apprendisti nella chiarezza degli strumenti normativi e finanziari, superando una troppo lunga stagione di incertezza che ha visto nel Lazio in questi anni una percentuale di apprendisti molto bassa, solo in alcuni comparti e soprattutto senza l’erogazione di formazione esterna.

Accanto alla formazione formale viene valorizzato anche l’apprendimento non formale, organizzato per obiettivi e teso ad acquisire le complessive abilità tecnico-operative. Un piano annuale concertato nel più ampio partenariato garantirà il raggiungimento degli obiettivi strategici condivisi con l’impiego delle risorse regionali, nazionali e comunitarie. Sono, altresì, previsti incentivi economici per le imprese per la trasformazione dei contratti di apprendistato in contratti a tempo indeterminato, con un meccanismo che premia la anticipata stabilizzazione.

“Questa legge, oltre che per i suoi contenuti fortemente innovativi, è indicativa della missione, del ruolo che la Regione dovrebbe assumere su alcune materie ancor prima che venga approvato un testo normativo. E’ la “prova provata” dei compiti precipui dell’assemblea regionale” ha detto Mario Di Carlo, capogruppo della Margherita alla Pisana.

Fonte: sirio.regione.lazio.it



home | pubblicità | contatti

© 2006 - corsi roma